una nuova saga…un nuovo nemico…un nuovo manipolo di eroi…

Pubblicato: 15 settembre 2016 in Senza categoria

Lasciatevi per un momento alle spalle le atmosfere oscure e cupe della Legio Occulta e venite con me nella Roma di Traiano, opulenta e decadente. Una Roma al massimo della sua espansione geopolitca che già conosce il germe del tradimento. In questa Roma si muove Marco Cornelio Rubro, tribuno di carriera politica, figlio di un facoltoso senatore corrotto. Un giovane supponente, malvagio, privo di scrupoli, incapace, immodesto. Che non esita a mandare a morte i suoi uomini pur di provare agli altri il suo insindacabile potere. Mandato in esilio dopo l’ennesimo fallimento militare, Marco Rubro viene richiamato in servizio su ennesima pressione del padre per un’operazione che nessuno vuole accettare. Un lungo viaggio in Dacia per andare a reclamare le tasse da una cittadina sperduta sulle montagne che non da segni di vita da un pezzo. Un’operazione di facciata, che non ha alcuna valenza strategica ma utile solo a evitare che Roma e il suo imperatore facciano la figura degli impotenti di fronte a una formica con lo sternuto. Ma nessuno ci vuole andare con Rubro. Nessun soldato vuole più stare agli ordini del tribuno della malasorte. E allora il nostro è costretto a pescare la sua squadra nel torbido della Roma dei sicari, dei mercenari e dei malfattori. Una squadra improbabile, una legione di dannati, lanciata verso un destino che all’inizio sembra inimmaginabile, contro un nemico così potente da rendere ridicolo l’esercito più forte del mondo.

14192061_10208620772830080_8382500952574705177_n

Annunci
commenti
  1. Colombo Graziano ha detto:

    La legione maledetta, il generale dei dannati. Pagina 90.
    Un Puma nell’Europa del 100 dc???
    Fantasy ok…ma Colombo aveva ben da venire!! 😂😂
    Libro piacevole, complimenti.

    • robertogenovesi ha detto:

      I giochi gladiatori descritti nel romanzo non si svolgono in Europa ma a Leptis Magna, città imperiale nordafricana. Leptis Magna era Il crocevia dell’impero per il mercato orientale e asiatico da cui provenivano spezie, tessuti e animali. Tra questi il Catopuma, detto anche gatto dorato asiatico, di cui si ha traccia in alcuni resoconti dei ludi gladiatori tenuti nelle città nordafricane e orientali dell’Impero. Una varietà di puma di colore più chiaro e di stazza più piccola rispetto a quello americano.

  2. nick righini ha detto:

    ottimo libro complimenti a Roberto, ma quando il seguito del generale dei dannati?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...